Impedenziometria: guida per una dieta sicura efficace 2021

Indice

L’impedenziometria è un sistema di diagnosi di ultima generazione, affidabile e preciso, che consente di perdere peso in maniera mirata ed efficace, a partire da un’attenta valutazione della composizione corporea di una persona.

Il test è una valida risposta alle diete generalizzate che tengono conto solo di altezza, peso e costituzione.

È utile per stilare un programma di dimagrimento personalizzato, sulla base di esigenze specifiche; consente di rimodellare il corpo in maniera sicura e senza rischi per la salute.

Impedenziometria: cos’è?


L’impedenziometria è un esame diagnostico non invasivo, indolore e ripetibile.

Il test permette di ottenere informazioni specifiche sulla percentuale di massa magra e grassa di una persona, la quantità di acqua totale (intracellulare e ritenzione idrica) e il tipo di metabolismo.

Sulla base di questi risultati sarà possibile creare una terapia alimentare personalizzata per rimodellare il corpo nei punti giusti, eliminando l’adipe in eccesso e perdendo peso senza intaccare la parte muscolare.

Il dimagrimento andrà monitorato con costanza attraverso la bilancia impedenziometrica con o senza elettrodi.

A differenza di uno strumento classico, non si basa solo sul peso ma consente di monitorare anche la composizione corporea.

Perché il nutrizionista qualificato usa l’impedenziometria?


Il nutrizionista qualificato effettua un’analisi impedenziometrica per valutare lo stato di salute generale della persona.

Ogni individuo ha una costituzione e un metabolismo differenti, per cui è impensabile creare un programma di dimagrimento (dieta + attività fisica) standard.

Per intenderci, un impiegato di 70 Kg non ha la stessa corporatura di un pugile o un body builder dello stesso peso.

Lo sportivo, a differenza di un soggetto che conduce una vita pressoché sedentaria, è costituito da una massa muscolare tonica, ben allenata, sviluppata e non da adipe.

L’impedenziometria quindi non generalizza ma crea un programma personalizzato.

Consente di impostare dieta, terapie medico-estetiche e programmi di allenamento mirati.

Il medico deve tenere quindi sempre sotto controllo la composizione corporea del paziente, per evitare una possibile alterazione del metabolismo, un deficit calorico o la catabolizzazione della massa muscolare, in modo da intervenire prontamente senza alcun rischio per la salute e il benessere della persona.

Quali bisogni risolve l’impedenziometria?


L’impedenziometria agisce sulla necessità di dimagrire e rimettersi in forma in modo sicuro ed efficace.

Partendo dal peso e dai dati relativi alla composizione corporea, lo specialista può intervenire nella fase di rimodellamento del corpo suggerendo un corretto regime alimentare, calibrando la quantità dei cibi, la tipologia (escludendo alcuni alimenti potenzialmente dannosi) e la loro distribuzione nell’arco della giornata, in relazione alla massa magra, a quella grassa e dei liquidi presenti nell’organismo.

L’analisi impedenziometrica è utile per monitorare i risultati di un programma dietetico o di un’attività fisica, mentre in estetica serve per valutare il grado di ritenzione idrica.

Cos’è la massa magra e la massa grassa?


Per massa grassa si intende il peso di una persona ma basato sulla quantità di organo adiposo (costituito da tessuto sottocutaneo e tessuto viscerale) assolutamente inerte.

La massa magra è data, invece, dall’insieme di ossa, denti, muscoli, organi interni, tessuto connettivo e grasso essenziale. Questa tipologia di massa influenza parecchio il metabolismo consentendo di bruciare calorie sia durante l’attività fisica che in stato di riposo.

Come si misura dunque la massa magra e grassa?


Per misurare massa grassa e adiposa esistono diverse tecniche:

– analisi impedenziometrica, che sfrutta la trasmissione di corrente elettrica a basso voltaggio.

– Plicometria, il test utilizza una speciale pinza, detta plicometro, che misura lo spessore delle pieghe della pelle in determinati punti del fisico.

– Dexa, si tratta di un esame radiologico molto preciso e affidabile.

– Bilancia impedenziometrica, un dispositivo elettronico più o meno attendibile (soprattutto se provvisto di elettrodi). Sul display è possibile visualizzare in tempo reale peso, percentuali di adipe, acqua e massa magra.

– Calcolo della massa, il sistema tradizionale parte dalla statura e dal peso individuale del paziente per ottenere risultati molto approssimativi e del tutto inaffidabili.

Come si dimagrisce?


Il dimagrimento è possibile solo con una valutazione attenta della composizione corporea che consente di poter stilare un programma dietetico mirato, accompagnato da attività fisica specifica per tonificare e rimodellare specifiche aree del corpo.

Per perdere peso non basta solo seguire un regime alimentare ipocalorico, ma è necessario rivolgersi a dei nutrizionisti e centri qualificati come il DBN Medical Group della Dottoressa Flavia De Bono.

Come fare un test impedenziometrico?


L’analisi impedenziometrica viene effettuata con un’apparecchiatura medica tipo DATSCAN che consente, al pari di un’ecografia, di fare una diagnosi accurata delle condizioni bicompartimentali del paziente.

Per poter eseguire l’esame in maniera corretta, il soggetto deve essere a digiuno da almeno 4 ore, non aver assunto alcolici, fatto sforzi o un allenamento intensivo nelle 24 ore precedenti.

Rapido e indolore, il test impedenziometrico si effettua mediante l’uso di elettrodi collegati ad uno speciale dispositivo. 

L’esame sfrutta il principio di conducibilità di corrente elettrica dell’acqua, mentre il grasso (al contrario) è un cattivo conduttore.

Il paziente viene quindi fatto distendere su un lettino, mentre il medico (o l’assistente) provvederà all’applicazione degli elettrodi sul polso e sulla caviglia destra.

Prima di effettuare la misurazione, il macchinario richiederà l’inserimento dei dati quali età, peso, altezza e sesso. Basteranno pochi secondi per avere i risultati attuali e quelli ideali.

Si potrà procedere in questo modo con la valutazione del metabolismo basale e del fabbisogno calorico totale per stilare una dieta personalizzata.